Un uomo di 34 anni, in India, si è sottoposto ad una serie di iniezioni di testosterone per stimolare la crescita dei peli: il trattamento ha permesso all'uomo di raddoppiare le misure del suo pene in soli nove mesi. Il case report, intitolato “Idiopathic hypogonadotropic hypogonadism reversal after testosterone replacement in a 34-year-old male” è stato pubblicato su BMJ Case Reports e mostra gli effetti del testosterone su un soggetto affetto da ipogonadismo, ecco di cosa si tratta.

Ipogonadismo, cos'è. Tra le condizioni cliniche del sistema endocrino, si segnala l'ipogonadismo che implica una scorretta secrezione di ormoni sessuali da parte delle gonadi. Questa condizione può riguardare sia gli uomini, con il testosterone, sia le donne, con gli estrogeni. Nel caso del paziente in questione, la condizione segnalata è definita “ipogonadismo ipogonadotropo idiopatico”.

Il paziente. L'uomo di 34 anni si è presentato ai medici lamentandosi dell'assenza di peli pubici, di peluria sui viso e di peli sotto le ascelle. Tra gli altri sintomi segnalati, il paziente parla di eiaculazioni assenti e diminuzione delle erezioni appena sveglio. A questi si aggiunge un pene della lunghezza di 5 centimetri e un volume testicolare bilaterale di 10 millilitri. L'uomo non ha problemi di vista, anosmia o mal di testa e della visita effettuata è emerso appunto un problema legato alla peluria.

Iniezioni ‘allunganti'. Dai test di laboratorio, è emerso un ridotto livello dell'ormone luteinizzante, che regola la funzione delle gonadi, dell'ormone follicolo-stimolante, che agisce sulla spermatogenesi, e del testosterone. Proprio quest'ultimo è stato iniettato nel paziente per nove mesi ai termini dei quali il pene è risultato lungo il doppio, così come sono raddoppiati i testicoli, che hanno raggiungo i 20 millilitri di volume, permettendo al paziente di raggiungere le misure medie di un uomo adulto della sua età.

[Foto copertina di WerbeFabrik]