Il cielo di agosto per gli appassionati di astronomia è indubbiamente uno dei migliori dell'anno, grazie alle condizioni meteo generalmente favorevoli che permettono l'osservazione di pianeti (Saturno su tutti), astri e “stelle cadenti” in tutto il loro splendore. Tra queste ultime, lo sciame meteorico delle Perseidi, noto anche col nome comune di “Lacrime di San Lorenzo”, è il più famoso e apprezzato in assoluto, tanto che all'osservazione della volta celeste agostana si cimentano anche persone normalmente disinteressate agli spettacoli astronomici.

Sebbene la notte di San Lorenzo cada il 10 agosto, il momento migliore per osservare le Perseidi avviene tipicamente un paio di giorni dopo, ovvero a partire dalle 22 circa (quando il cielo inizia ad oscurarsi) del 12 agosto, sino alle 4:30 della mattina del giorno seguente. Questo perché il nome di “Lacrime di San Lorenzo” fu coniato nel 1800, quando all'epoca il 10 agosto rappresentava il giorno migliore per osservarne il picco. Ma si sa, i corpi celesti sono tutto fuorché immobili.

Le stelle cadenti, ovvero le meteore, sono prodotte dai detriti della cometa Swift-Tuttle, che entrando in contatto con l'atmosfera terrestre bruciano generando le spettacolari scie nel cielo. Poiché la distruzione dei detriti è progressiva, col passare del tempo se ne vedranno sempre meno. Durante la fase di massima di quest'anno, ovvero proprio nella fascia oraria sopraindicata, si potranno comunque osservare sino a 90 meteore per ora, un valore che tecnicamente viene definito “90 ZHR” (Zenithal Hourly Rate). La maggior parte delle particelle interessate dal fenomeno è tuttavia molto piccola, quindi sarà molto difficile osservarle ad occhio nudo. Qualche bella scia brillante prodotta da detriti più grandi sarà comunque sempre presente. L'occasione perfetta per esprimere un desiderio, come vuole la tradizione.

Gli occhi dovranno essere rivolti verso la costellazione di Perseo, a Nord-Est, il quadrante della volta celeste dalla quale sembrano originare le meteore. Parte dello spettacolo potrà essere disturbato dalla luminosità Luna, che la sera si eleverà verso Est. Il 7 agosto è attesa infatti la “Luna Storione”, la fase di luna piena agostana, e il 12 il nostro satellite naturale sarà ancora molto luminoso. Il cielo di agosto di quest'anno riserva anche uno spettacolo eccezionale per chi si troverà negli Stati Uniti: il 21 sarà visibile infatti una spettacolare eclissi di Sole totale che attraverserà ben 14 Stati. Nell'Illinois il cielo dell'ora di pranzo verrà oscurato per ben 2 minuti e 40 secondi.