I flavonoidi del cacao fanno bene al nostro cervello, in particolare quando la memoria inizia a farci brutti scherzi o dopo un notte passata in bianco. A darci questa notizia, forse poco piacevole per la linea, sono i ricercatori dell'Università dell'Aquila Valentina Socci e Michele Ferrara che su Frontiers in Nutrition hanno pubblicato la loro ricerca intitolata appunto “Enhancing Human Cognition with Cocoa Flavonoids”. Ma vediamo nel dettaglio gli effetti del cioccolato sulla nostra salute.

Cacao e cervello. Cosa succede nel nostro cervello nelle ore successive in cui abbiamo mangiato cioccolata? E che effetti hanno i flavonoidi del cacao sul lungo periodo? I ricercatori italiani ci fanno sapere che il cacao ha effetti positivi soprattutto sulle performance cognitive, quindi migliora la memoria, la capacità del vista di processare le informazioni e, nelle donne, il cioccolato riesce a riequilibrare tutti gli effetti negativi di una notte in bianco: questo lo rende un prodotto promettente per tutti coloro che soffrono di insonnia e di privazione del sonno cronica.

Giovani vs anziani. Il cacao dà il meglio di sé non tanto sui giovani, per i quali gli effetti si notano in test cognitivi particolarmente impegnativi, quanto sugli anziani che hanno qualche problema di memoria. Su di loro i flavonoidi del cacao sono stati testati per un periodo che va dai 5 giorni ai 3 mesi e gli scienziati hanno scoperto che sono in grado di migliorare le performance cognitive come l'attenzione, la capacità di comprensione, la memoria e le capacità verbali.

Conclusioni. “Questo studio suggerisce la capacità potenziale dei flavonoidi del cacao di proteggere il cervello di chi è più vulnerabile, migliorandone le performance”. Ma come è possibile? Secondo i ricercatori i flavonoidi in questione hanno effetti benefici sulla salute cardiovascolare e sono in grado di incrementare il volume del sangue nel cervello, in particolare nel giro dentato dell'ippocampo che spesso accusa il passare degli anni.

Cioccolato tutti i giorni? I ricercatori suggeriscono di mangiare cioccolato fondente tutti i giorni, ovviamente limitando le dosi per evitare che un alimento tanto vantaggioso per il cervello si trasformi in un problema per la salute.