in foto: Antartide

Il riscaldamento globale provoca lo scioglimento dei ghiacciai e il conseguente innalzamento del livello dei mari che si traducono in un forte rischio per la sopravvivenza dell'essere umano e di alcune specie animali. In questi anni molto si è detto sul Global Warming e troppo poco si è fatto, tant'è che per poter avere le idee più chiare su quello che sarà il nostro futuro siamo costretti a rimetterci alle decisioni che verranno prese al COP21 di Parigi. Per una volta però una buona notizia arriva direttamente dalla NASA. Dalle rilevazioni satellitari sembrerebbe che Antartide stia guadagnando più ghiacci di quanto ne perda.

Considerando l'accumulo di neve quantificato a partire da 10.000 anni fa, la NASA annuncia che attualmente è maggiore la quantità di ghiaccio accumulata rispetto a quella persa con lo scioglimento dei ghiacciai. Quanto analizzato è, in un certo senso, l'opposto rispetto a quanto comunicato da altre ricerche.

Secondo la NASA, i satelliti hanno mostrato che lo strato di ghiaccio è cresciuto di 112 miliardi di tonnellate all'anno dal 1992 al 2001. Una crescita che è rallentata tra il 2003 e il 2008 quando invece è cresciuto di 82 miliardi di tonnellate all'anno.

Ma cosa sta succedendo?

Jay Zwally, ricercatore per la NASA e autore dello studioMass gains of the Antarctic ice sheet exceed losses” pubblicato su Journal of Glaciology, spiega che per quanto sia effettivamente vero che la Penisola Antartica e i ghiacciai di Pine Island e Thwaites dell'Antartide Occidentale si stiano riducendo, dall'altro lato, nella zona ad Est e nella parte interna ad Ovest di Antartide, i dati mostrano un incremento delle quantità di ghiaccio che è maggiore rispetto alle perdite.

Quanto scoperto non deve certo fare abbassare la guardia sulle questione riscaldamento globale e sul generale scioglimento dei ghiacciai.