Come previsto dalla storica sentenza dello scorso novembre, lo scimpanzé Cecilia ha abbandonato lo zoo di Mendoza per andare a vivere in un santuario dedicato proprio alla sua specie. Ecco le prime immagini che raccontano i primi giorni di libertà di questo animali costretto in gabbia per 30 anni dove viveva in completa solitudine dopo la morte dei compagni Charlie e Xuxa.

È il 5 aprile, siamo in Brasile, San Paolo, a Sorocaba, qui si trova il Santuario de Grandes Primates de Sorocaba dove Cecilia, nata il cattività nello zoo di Mendosa, è stata finalmente liberata dopo che una storica sentenza le aveva conferito gli stessi diritti umani e per la quale dunque l'animale non poteva più stare sola in quella gabbia.

È il 6 aprile, la giornata è dedicata al riconoscimento dei limiti della sua nuova casa, un grande prato verde recintato e attrezzato nel quale può finalmente muoversi in libertà.

È il 7 aprile, Cecilia inizia a relazionarsi con i responsabili del Santuario che le parlano e fanno amicizia con lei. Per l'animale infatti questi primi giorni possono essere stressanti, la sua vita è stata stravolta e deve abituarsi al nuovo ambiente. Nel frattempo si gode un po' d'uva sul suo nuovo prato.

I giorni passano e Cecilia si ambiente sempre di più. Qui la vediamo sorseggiare acqua da uno degli addetti del santuario. A loro dire, lo scimpanzé sembra molto felice.

[Foto di Afada Ong]