La sonda della Nasa SDO (Solar Dynamics Observatory) ha fotografato due eclissi solari parziali nella giornata dell'11 marzo. La prima eclissi, causata dal passaggio della Terra sull'asse Sole-Luna, è iniziata alle 7.15 del mattino (ora italiana) ed è durata circa un'ora e trenta minuti. Solo alle 8.45, infatti, la sagoma della Terra ha liberato quella del Sole. Dalle 10.30 alle 11.45 della stessa mattina si è ripetuto il fenomeno, causato questa volta dal passaggio della Luna. Dalle fotografie scattate dalla sonda emerge un'interessante differenza tra i due eventi. Il passaggio della Luna (visibile nella foto in apertura) proietta una sagoma che appare perfettamente curva, mentre il passaggio della Terra (la foto di seguito) produce un'ombra meno definita. L'atmosfera, presente sulla Terra ma non sulla Luna, amplia e frastaglia il disco del nostro pianeta. La sonda SDO è entrata il 2 marzo nella stagione semestrale di eclissi, un periodo della durata di tre settimane durante le quali la Terra quotidianamente si frappone sull'asse Sole-Luna. L'occasione per vedere fotografie simili potrebbe dunque ripetersi a breve.

eclissi solare 1