Il dibattito tra uomini e donne sulla poca “democrazia” legata agli anticoncezionali è sempre acceso. Sono anni ormai che gli scienziati stanno cercando di sviluppare un farmaco capace di evitare le gravidanze che possa essere assunto dagli uomini e non più dalle donne e senza effetti collaterali. Al momento i più vicini ad una soluzione sembrerebbero essere i ricercatori della University of Virginia School of Medicine che sono al lavoro per la realizzazione di un anticoncezionale che rallenta gli spermatozoi al punto da impedirgli di arrivare a destinazione.

Avete presente quando state affrontando una salita ripida e, per quanto la cima sembri vicina, il vostro corpo non vi sostiene e siete costretti ad accasciarvi e abbandonare ogni speranza? Ecco, questo è ciò che stanno cercando di replicare gli scienziati sugli spermatozoi, in pratica agendo sul movimento l'obiettivo è di impedire loro di nuotare fino all'ovulo.

Ma come riuscirci? Dopo anni di studio, gli scienziati sono riusciti ad isolare un enzima che si trova unicamente nei testicoli, in particolare nelle spermatide, cellule presenti nei tubuli seminiferi del testicolo appunto, che danno origine allo sperma. Targettizando questo enzima, gli scienziati puntano ad inibirne la funzione della motilità, cioè l'abilità che ha lo spermatozoo di “nuotare” per fertilizzare.

Detta a parole sembra semplice, ma un futuro farmaco capace di inibire questa funzione non è di facile realizzazione poiché deve riuscire a raggiungere unicamente questo enzima senza influenzare altre funzionalità del corpo, diversamente i rischi sarebbero troppo, l'obiettivo è dunque quello di evitare spiacevoli effetti collaterali. Questa scoperta lascia bene sperare e i ricercatori sono fiduciosi e pensano di riuscire presto a darci nuove e promettenti informazioni.