in foto: Rappresentazione artistica di 55 Cancri e (credit: NASA/ESA Hubble Space Telescope)

Il suo nome è 55 Cancri e e la sua massa è superiore di circa otto volte quella terrestre: in passato è stato soprannominato "il Pianeta di diamante" poiché i modelli, basati sulla sua massa e sul suo raggio, avevano portato gli astronomi ad ipotizzare che il suo interno fosse ricco di carbonio. E in effetti, la sua chimica si presenta come estremamente interessante anche se, a quanto pare, anche piuttosto "velenosa".

55 Cancri e sotto la lente di Hubble.

I dati raccolti grazie al telescopio spaziale NASA/ESA Hubble sono serviti ad un gruppo di ricercatori europei, guidati dalla University College di Londra, per esaminare l'atmosfera di questo affascinante Pianeta con una precisione priva di precedenti. I risultati, che saranno pubblicati dall'Astrophysical Journal, sono particolarmente emozionanti per gli scienziati perché rappresentano il primo caso in cui si riesce ad indagare tra i gas dell'atmosfera di una super Terra.

55 Cancri e si presenta come un curioso pianeta che deve essere stato in grado di tenersi ben strette significative quantità di idrogeno ed elio provenienti dalla nebulosa nella quale si è formato. Fino ad oggi, l'occhio scrutatore della Wide Field Camera 3 di Hubble era riuscito ad indagare nelle atmosfere di altre due super Terre ma nessuno studio condotto in precedenza si era addentrato nelle caratteristiche dello spettro, guardando alle "impronte" lasciate dalle molecole dei gas.

Un ambiente ostile…

Con il suo anno di circa 18 ore e le sue temperature superficiali di oltre 2000 gradi Celsius, 55 Cancri e si presenta come un mondo decisamente inospitale, posto a circa 40 anni luce dalla Terra in orbita strettissima – è il più del suo sistema – attorno ad una luminosa stella della costellazione del Cancro. Proprio guardando alla luce di queste stella, i ricercatori hanno applicato tecniche di analisi per estrarre informazioni relative alla natura degli oggetti che formano il sistema planetario e, in particolare, alle tracce dell'atmosfera incorporate dalla luce stellare.

… e velenoso.

Un aspetto definito dagli scienziati "intrigante" riguarda la presenza dell'acido cianidrico (detto anche acido prussico), caratteristico delle atmosfere ricche di carbonio: questo, spiega uno degli autori del lavoro, il Professor Jonathan Tennyson, sta ad indicare che 55 Cancri e probabilmente è un mondo nel quale non ci piacerebbe affatto vivere poiché l'acido in questione è altamente velenoso.

Sempre ammettendo che, nel giro di qualche anno, i prossimi studi confermino la presenza dell'acido cianidrico e delle altre molecole nella sua atmosfera, questo significherebbe che 55 Cancri e è un pianeta veramente molto insolito.