in foto: Ritrovate uova di dinosauro

C'è una città in Cina, Heyuan, nella provincia meridionale del Guangdong, che è stata ribattezzata ormai da molti anni “Casa dei dinosauri”. La scelta di questo nome è data dall'enorme quantità di uova di dinosauro fossilizzate trovate qui dagli anni '90 ad oggi, stiamo parlando di circa 17.000 pezzi. Proprio qualche giorno fa, in un cantiere della città, sono state riportate alla luce altre 43 uova di dinosauro, di cui 19 intatte. Il loro diametro è di circa 13 centimetri, come fa sapere il professor Du Yanli del Museo dei Dinosauri di Heyuan che, nel 2004, è entrato nel Guinness Book of World Records grazie ai 10.008 fossili di uova che ospita insieme a 8 scheletri di dinosauri e 168 impronte.

Il curatore del museo spiega che, come evidente, non è difficile fare scoperte del genere in Cina dove, nei depositi di arenaria rossa, è praticamente scontato trovare uova di dinosauri. I lavori di costruzione della strada attualmente si sono fermati per permettere agli esperti di controllare la presenza di altri eventuali fossili mentre altri scienziati stanno già analizzando quanto ritrovato per comprendere a quali specie di dinosauro appartengano.

La Cina non è nuova a ritrovamenti simili o scoperte riguardanti il periodo del Cretacico inferiore. Nel 2012, era stato infatti scoperto un nuovo esemplare di dinosauro imparentato con il Tirannosaurus rex: lo Yutyrannus huali, conosciuto anche come tirannosauro piumato e considerato il più grande mai scoperto della sua specie che, con i suoi 9 metri di lunghezza e una tonnellata e mezzo di peso, non era in grado di volare. Di lui sono state ritrovate alcune penne fossilizzate lunghe circa 20 centimetri che, secondo gli esperti, avrebbero ricoperto interamente il suo corpo.