Tra Luna piena e cometa Catalina, il cielo di Natale 2015 ha deciso di non risparmiarci alcuna sorpresa. E così non poteva mancare un asteroide "di passaggio": del resto, dopo il transito ravvicinato di Spooky, ad Halloween, non era il caso che a sfigurare fosse proprio la notte di Natale.

L'asteroide 2003 SD220 – questo è il suo nome – è atteso la sera del 24 di dicembre quando ci "sfiorerà" dalla distanza di sicurezza di 11 milioni di chilometri. Si tratta di qualcosa come 28 volte lo spazio che separa la nostra Terra dalla Luna, quindi decisamente molto di più delle 1,3 distanze lunari di Spooky. Questo implica che i soli osservatori dell'evento saranno astronomi o astrofili molto esperti e molto ben equipaggiati.

L'oggetto non è di recente scoperta: gli scienziati lo conoscono fin dal 2003 quando, il 29 settembre, venne individuato nell'ambito di un programma di osservazione dei Near-Earth Object. Tra le sue caratteristiche più rilevanti si è notata una taglia piuttosto grossa per un asteroide: le stime preliminari suggerivano che misurasse tra 1,1 e 2,5 chilometri, mentre le nuove osservazioni hanno consentito di precisare che il diametro dovrebbe essere di 2 chilometri.

L'apparizione di 2003 SD220 alla vigilia di Natale sarà soltanto la prima di una serie di cinque incontri che si articoleranno nei prossimi 12 anni: il successivo sarà nel 2018. Le occasioni non mancheranno per studiarne le caratteristiche e gli scienziati lo sanno bene, dato che l'asteroide è sotto il controllo del NHATS (Near-Earth Object Human Space Flight Accessible Targets Study), il programma sviluppato per identificare gli oggetti Near Earth che in futuro potrebbero essere obiettivi di missioni umane.

Nonostante ciò, e nonostante le sue dimensioni non trascurabili, l'asteroide di Natale comunque non costituisce in alcun modo un pericolo per noi: la sua orbita è ben conosciuta dalla NASA dove gli esperti hanno verificato che non passerà a distanze rischiose nel corso dei prossimi due secoli.