in foto: Artista "tatoo" presente alla London Tattoo Convention 2013.

I tatuaggi alterano la sudorazione diminuendone la quantità e aumentando il ‘sale'. A darci questa notizia sono i ricercatori dell'Alma College che sulla rivista Medicine and Science in Sports and Exercise hanno pubblicato lo studio intitolato “Skin Tattoos Alter Sweat Rate and Na+ Concentration”. Ma come è possibile?

Tatuaggi e pelle. Negli ultimi anni sempre più persone hanno scelto di farsi tatuare, inserendo di fatto l'inchiostro sotto pelle. Considerando che il tatuaggio agisce sotto pelle ad una profondità che è simile a quella in cui si trova le ghiandole sudoripare, i ricercatori si sono dunque chiesti: i tatuaggi influenzano le funzioni di queste ghiandole?

Test effettuati. Per darsi una risposta, gli scienziati hanno analizzato le reazioni del corpo di un gruppo di persone tatuate, ma solo nella parte superiore del corpo e hanno stimolato chimicamente in loro, sia sulla pelle tatuata, sia sulla pelle non tatuata, la sudorazione e hanno analizzato la quantità di sudore e il livello di salinità. Dai dati raccolti è emerso che la pelle tatuata produce la metà del sudore della pelle non tatuata che però è molto più ‘salato'.

Conclusioni. Si tratta dunque del primo studio che analizza gli effetti dei tatuaggi sul processo di sudorazione che è fondamentale per mantenere in equilibrio la temperatura corporea: infatti noi sudiamo per ridurre il calore. Lo studio è importante perché ci permette di capire se le persone con molti tatuaggi siano effettivamente in pericolo e a rischio colpo di calore in caso di temperature esterne molto elevate.

Studi futuri. Per avere una risposta chiara dovremo però aspettare ulteriori richerche poiché il processo utilizzato per stimolare le ghiandole sudoripare è in realtà diverso rispetto a quello che normalmente avviene. Resta però importante poter dare una risposta definitiva a tutti coloro che amano i tatuaggi e che vogliono capire se la loro passione abbia o meno effetti negativi sul corpo.