“Siamo felici di annunciare che SpaceX si prepara a far volere due privati cittadini per un viaggio intorno alla luna il prossimo anno”, con queste SpaceX annuncia il primo viaggio spaziale dedicato a noi che non siamo astronauti, ma che tanto vorremmo andare oltre il Pianeta Terra. Secondo quanto riportato da SpaceX, i due viaggiatori avrebbero già versato la caparra per la missione, così come gli astronauti dell'Apollo, “viaggeranno attraverso lo spazio portando con loro le speranze e i sogni di tutta l'umanità, guidati dello spirito universale dell'uomo dell'esplorazione”, queste le romantiche parole utilizzate nel comunicato ufficiale.

Ovviamente i cittadini dovranno superare tutti i test di salute e di resistenza fisica necessari per iniziare poi il training utile a permettergli di gestire la vita nello spazio, dove saranno accompagnati da un team specializzato del quale ancora non sappiamo molto, ma siamo sicuri che ogni dettagli di questa operazione verrà condiviso, quindi è solo questione di tempo.

I ringraziamenti speciali di SpaceX vanno alla NASA con la quale hanno collaborato all'interno del programma che ha portato alla realizzazione di Dragon 2 che entro quest'anno verrà lanciato senza equipaggio verso la Stazione Spaziale Internazionale. Successivamente si procederà con un lancio con equipaggio nel secondo quarto del 2018. In totale le missioni di Dragon 2 dovrebbero essere quattro all'anno, tre che trasportano del carico e una che trasporta persona.

Quanto al viaggio intorno alla Luna, sappiamo che la missione privata partirà dal Complesso di lancio 39, che si trova al John F. Kennedy Space Center e che è celebre per le partenze dell'Apollo verso la Luna.

Tra il dire e il fare c'è di mezzo lo spazio, per scoprire se davvero due privati cittadini potranno compiere il primo viaggio turistico intorno alla Luna non ci resta che aspettare.

[Foto di SpaceX]