Google, insieme alla Duke Uinversity School of Medice, la Stanford Medicine e Verily, sta reclutando 10.000 persone per analizzarne lo stato di salute per quattro anni. Perché? L'obiettivo è identificare eventuali segni ‘premonitori' dell'insorgere delle malattie e creare un database di informazioni cliniche che potranno essere utili per gli scienziati.

Il progetto. Il progetto si chiama ‘Project Baseline‘ ed è appunto alla ricerca di 10.000 persone che verranno reclutate in alcune aree degli Stati Uniti. Per ogni gruppo di partecipanti, suddivisi appunto per zone, sono previste visite cliniche, utilizzo quotidiano di un dispositivo di rilevazione di polso e altri sensori, partecipazione regolare ad indagini interattive e sondaggi attraverso l'uso di smartphone, computer o call center.

Quali informazioni. I dati raccolti includeranno anche misurazioni cliniche, ambientali, fisiche, comportamentali, molecolari e genetiche. Mentre i campioni biologici riguarderanno sangue e saliva.

A cosa serve. L'obiettivo di questa raccolta dati è puramente scientifico e permette di mappare la salute umana in profondità e con molta precisione e di queste informazioni ne beneficeranno gli scienziati che magari riusciranno ad identificare segnali premonitori dell'insorgere di alcune patologie.

Il futuro della salute. “Il Projetc Baseline – spiega Nancy Brown dell'American Heart Association – ha l'opportunità di influenzare significativamente la nostra conoscenza del corpo e di permetterci di comprendere meglio quali siano gli indicatori della salute. I risultati di questo studio potranno ispirare una nuova generazione di accessori e strumento orientati alla prevenzione delle malattie prima ancora della diagnosi e del trattamento.