Per le donne in gravidanza, così come per le neo mamme, non sempre è semplice capire come comportarsi. Quando si parla di attività fisica, c'è chi la sconsiglia e chi invece la ritiene fondamentale, quando si parla di allattamento c'è chi si schiera a favore e chi invece suggerisce l'utilizzo della formula, per non parlare delle infinite regole sull'alimentazione. In questo senso non aiutano le ricerche scientifiche che, a seconda del tipo di esperimento, affermano, ad esempio, che il consumo di pesce, durante la gravidanza, possa essere più o meno salutare per i bambini.

Secondo i ricercatori dell'università di Creta infatti, il consumo abbondante di pesce, 3 porzioni alla settimana, incrementerebbe il rischio di avere figli obesi. Lo studio di coorte effettuato, intitolato “Fish Intake in Pregnancy and Child Growth” e pubblicato su JAMA Pediatrics, ha preso in analisi 26.184 donne incinte e le ha seguite sia durante le fasi della gravidanza che fino ai 6 anni di vita dei figli. I dati raccolti hanno dimostrato che l'elevato consumo di pesce durante la gestazione (3 porzioni/settimana) era associato ad un incremento del rischio di eccessiva crescita e obesità nei bambini all'età di 4 e 6 anni. Come è possibile? Gli scienziati spiegano che il consumo eccessivo di pesce incrementa l'esposizione del feto al metilmercurio. “La contaminazione da inquinanti ambientali nei pesci potrebbe spiegare il perché dell'associazione osservata tra alto consumo di pesce durante la gravidanza e l'aumento dell'adiposità durante l'infanzia”.

Dall'altra parte però un altro studio, intitolato “Maternal Consumption of Seafood in Pregnancy and Child Neuropsychological Development: A Longitudinal Study Based on a Population With High Consumption Levels” e pubblicato sull'America Journal of Epidemiology, l'alto consumo di pesce ha effetti positivi sullo sviluppo neuropsicologico del bambino. Addirittura, mangiare tanto pesce incrementerebbe il quoziente intellettivo dei bambini.

In definitiva, mangiare pesce durante la gravidanza fa bene o male? I ricercatori non sembrano essere tutti d'accordo sulle quantità, quindi, nel dubbio, forse sarebbe meglio semplicemente evitare di mangiarne troppo e limitarsi ad una volta settimana.

[Foto copertina di PublicDomainPictures]