L'attesa sentenza della Corte Suprema Usa è stata finalmente emessa: il Dna umano non può essere brevettato. I giudici della Corte Suprema hanno espresso il proprio giudizio all'unanimità, confermando che i geni estratti dal corpo umano (Dna isolato) non possono essere brevettati, mentre il materiale genetico prodotto sinteticamente sì.

La questione si era posta soprattutto in relazione ai brevetti detenuti dalla Myriad Genetics, contro i quali i ricercatori della Cornell University si erano impegnati in una campagna di sensibilizzazione. Gli studiosi avevano avvertito che i brevetti sui frammenti lunghi di Dna coprivano il 41% del genoma umano, mentre su quelli più piccoli si arrivava al 99,999%. Osservò allora Christopher Mason, uno degli autori della ricerca, "Come farà il mio medico curante a “guardare” il mio Dna senza rischiare di violare un qualche brevetto?".

[Foto di Stuart Caie]