Soffrire di diabete mellito di tipo 2 significa dover monitorare costantemente i livelli di glucosio nel sangue e regolarli attraverso iniezioni di insulina che si ripetono anche più volte al giorno rendendo complicata e di non facile gestione la vita dei pazienti. In aiuto di chi soffre di diabete di tipo 2 adesso è arrivata una nuova penna dotata del doppio delle unità di insulina disponibili che riduce il numero di siringhe da dover gestire ogni giorno, semplificando la quotidianità.

La nuova insulina lispro è la U200 che è da poco arrivata in Italia è conosciuta per la sua formula “2×1” che, come dicevamo, implica il doppio della concentrazione rispetto alle insuline normalmente utilizzate. Grazie a questa sua composizione, la forza necessaria per erogare il farmaco si riduce anche del 53% e la sua iniezione è più semplice, insomma la “2×1” sembrerebbe essere la favorita tra i pazienti con diabete di tipo 2.

La funzionalità di questa nuova penna sta nel permettere al pazienti di mantenere costantemente controllati i livelli di glucosio nel sangue, problema questo tipico tra i pazienti diabetici che, a causa della poco facilità di utilizzo delle iniezioni, spesso non gestisce adeguatamente l'insulina rendendo il trattamento meno efficace. Come spiega Giorgio Sesti, presidente della Società italiana di diabetologia (Sid) infatti “gran parte delle persone con diabete non riesce a raggiungere i target metabolici prefissati. Una delle cause principali di questa difficoltà è connessa alla complessità della gestione quotidiana della terapia”.

Con questa penna però l'ostacolo della gestione sembrerebbe superato, “basta iniettare la metà del volume per avere la dose consueta: questo riduce la forza necessaria a erogare l'insulina, rendendo l'iniezione più morbida e semplice. Inoltre dimezza il numero di penne da gestire e portare con sé” conclude Sesti.

[Foto copertina di TesaPhotography]