Ogni anno, il 14 novembre, si celebra la giornata del diabete in occasione della quale i ricercatori, e il mondo della scienza, ci ricordano quali siano i rischi di questa malattia cronica legata all’insulina e come possiamo cercare di contenerla. Ma cos’è il diabete? E perché ne esistono due forme? Vediamo insieme quali sono i sintomi e come si cura il diabete.

Cos’è il diabete.

Il diabete è una malattia cronica che porta, chi ne soffre, ad avere elevati livelli di glucosio nel sangue a causa di una scarsa produzione di insulina. I pazienti hanno problemi di salute che possono essere anche gravi e sfociare in complicanze a lungo termine.

Diabete di tipo 1 e diabete di tipo 2.

Esistono due principali tipologie di diabete

  • diabete di tipo 1 – rappresenta il 10% dei casi di diabete ed è una malattia autoimmune e cronica caratterizzata dalla produzione di anticorpi che distruggono le cellule beta pancreatiche e impediscono la produzione di insulina, l’ormone responsabile della regolazione dei livelli di glucosio. Per evitare l’iperglicemia, il paziente è costretto, ogni giorno, a monitorare le quantità di glucosio nel sangue e, in caso di necessità, iniettarsi l’insulina.
  • diabete di tipo 2 – rappresenta il 90% dei casi di diabete ed è una malattia cronica caratterizzata da alti livelli di glucosio nel sangue a causa di un malfunzionamento dell’insulina (insulino-resistenza).

Cause del diabete.

  • Diabete di tipo 1 – non è stata individuata una unica causa per il diabete di tipo 1, ma si pensa che possa essere legata a fattori genetici, geografici e ambientali ed ad esposizione a virus
  • Diabete di tipo 2 – la maggior parte dei casi è legata all’obesità e alla poca attività fisica, anche se una predisposizione genetica può influire sulla comparsa della malattia. Tra le altre cause si elencano la gravidanza, l’elevato consumo di grassi (carni rosse, insaccati, formaggi e dolci), fumo, alcol, età (tra i 30-40 anni)

Sintomi del diabete.

  • Diabete di tipo 1 – a seconda dell’età, la comparsa del diabete può avere effetti più (per i bambini) o meno (per gli adulti) devastanti. I principali sintomi sono sete intensa e bisogno di urinare, perdita di peso, offuscamento della vista, stanchezza, letargia e perdita di coscienza
  • Diabete di tipo 2 – i sintomi in questi casi sono meno evidenti e la malattia può anche restare silente. In principali segni sono sete intensa e bisogno di urinare, aumento dell’appetito, affaticamento, vista sfocata, tagli e piccole ferite

Diagnosi e cura.

  • Diabete di tipo 1 – la diagnosi viene effettuata attraverso esami del sangue utili a valutare i valori di glicemia. In caso di diabete di tipo 1, il paziente deve somministrarsi insulina e migliorare la propria dieta evitando eccessive quantità di alimenti grassi.
  • Diabete di tipo 2 – la diagnosi viene effettuata attraverso esami del sangue che valutano i valori di glicemia. La terapia in questo caso riguarda una dieta sana, esercizio fisico e, nei casi più gravi, l’utilizzo di farmaci che stimolano il metabolismo a produrre insulina.

[Foto copertina di hunthl]