Durante un'escursione di whale watching al largo della Monteray Bay in California è stato avvistato un rarissimo esemplare di grampo albino, che i ricercatori del Marine Life Studies avevano già incontrato nel 2015 e che credevano non avrebbero più rivisto. L'animale fotografato da Kate Cummings di Blue Ocean Whale Watch sembrerebbe giallognolo, ma questa sfumatura di colore è legata alla presenza di diatomee sull'epidermide.

Gli studiosi, anche per la presenza di occhi rosa, ritengono si tratti certamente di un esemplare albino e non leucitico, una condizione genetica affine. Per i meno esperti anche un grampo anziano potrebbe apparire albino; in realtà il bianco emerge a causa dell'intensa vita sociale di questi cetacei, che sfregandosi continuamente fra loro, col tempo passano da una colorazione grigio-bluastra a una decisamente più candida.

Il motivo per cui i ricercatori non pensavano di rivedere questo esemplare risiede proprio nell'albinismo. Gli animali colpiti da questa condizione genetica sono innanzitutto più visibili ai predatori, inoltre sono estremamente suscettibili alla luce solare, col rischio di contrarre gravi patologie. Se ciò non bastasse, nei cetacei albini si presentano problemi di ecolocalizzazione e di vista, che rendono particolarmente difficoltosa la caccia.

“Se l'animale ha il sistema immunitario o il sistema di ecolocalizzazione compromesso, potrebbe fare affidamento sugli altri esemplari per l'alimentazione”, ha sottolineato il dottor Josh McInnes, capo ricercatore presso il Marine Life Studies. “Non sappiamo molto sui modelli di foraggiamento del grampo – ha proseguito il biologo marino -, sappiamo che sono specializzati nei calamari. Questo animale può trovare l'alimentazione più facilmente grazie alla vita di gruppo”.

I grampi (Grampus griseus) sono cetacei odontoceti appartenenti alla famiglia dei delfinidi, e si differenziano dalla morfologia tipica di questi animali per l'assenza del rostro e per la testa globosa, simile a quella dei globicefali (o balene pilota), tristemente famosi per gli spiaggiamenti di massa e le mattanze alle isole Faroe. Il curioso taglio della bocca regala ai grampi un caratteristico “sorriso”, che li rende particolarmente simpatici da osservare.

Un grampo anziano, col dorso quasi completamente bianco: credit Andrea Centiniin foto: Un grampo anziano, col dorso quasi completamente bianco: credit Andrea Centini

Sono presenti anche nel nostro Mar Mediterraneo, e in particolar modo nel Santuario dei Cetacei “Pelagos” incastonato tra Sardegna, Liguria, Francia e Principato di Monaco, sebbene negli ultimi anni se ne vedano sempre di meno.

La pinna caudale di un grampo: credit Andrea Centiniin foto: La pinna caudale di un grampo: credit Andrea Centini

[Foto di Kate Cummings e Blue Ocean Whale Watch]