Linee colorate o in bianco e nero che si muovono e incrociano facendo comparire una nuova figura: cosa succede nel cervello? E perché vediamo immagini che in realtà non ci sono? Questo fenomeno si chiama “illusione ottica” ed è la dimostrazione che il nostro cervello non smette mai lavorare.

Cos'è un'illusione ottica.

Quando parliamo di ‘illusione ottica' ci riferiamo a quell'effetto della vista che ci fa percepire la presenza di qualcosa che in realtà non c'è o è diverso e che avviene al livello del cervello. Le illusioni possono essere la conseguenza di trucchi visivi (come nel caso di questi video) o presentarsi naturalmente. A portarci a vedere in maniera distorta è il nostro cervello che cerca di decifrare quello che vede, mentre lo vede.

Quali sono le illusioni ottiche.

Le illusioni ottiche si distinguono in tre diverse categorie che variano in base alla loro causa

  • ottiche – quando non dipende dall'occhio, ma dall'ottica in sé
  • cognitive – quando dipendono dall'interpretazione che il cervello dà di un'immagine
  • percettive – quando dipendono dall'occhio

Perché vediamo distorto.

Con illusioni come questa qui sotto (dette ‘geometriche‘ perché implicano la presenza di linee parallele) siamo spesso portati a a vedere gli spazi bianchi più grandi quelli neri, anche se non lo sono. Questo distorce di conseguenza tutta l'immagine

Con illusioni come questa qui sotto (dette ‘prospettiche‘) a confonderci è la rappresentazione normale che abbiamo della prospettiva

Foto da Wikipediain foto: Foto da Wikipedia

Con illusioni come questa qui sotto (dette ‘di movimento‘) no riusciamo a capire esattamente quale sia il senso di rotazione dell'immagine che può quindi essere duplice

Foto da Wikipediain foto: Foto da Wikipedia