La bellissima Gigi Hadid ha confessato di soffrire di una malattia che, in questi mesi, l'ha portata a ricevere diverse critiche per il suo aspetto fisico: nel mondo della moda, si sa, non si perdonano i chili (considerati) di troppo. La giovane è affetta da tiroidite di Hashimoto, conosciuta anche come tiroidite cronica autoimmune, scoperta appunto dallo specialista Haraku Hashimoto a inizio ‘900. La malattia, che rientra tra le patologie tiroidee, è considerata la prima causa di ipotiroidismo primario, che consiste in una non adeguata funzionalità della ghiandola.

Cos'è la tiroidite di Hashimoto.

La tiroidite di Hashimoto è una malattia caratterizzata da una continua infiammazione autoimmune della tiroide, la ghiandola endocrina che si trova nella parte anteriore del nostro collo, che con il tempo porta ad ipotiroidismo (quando cioè l'ormone tiroideo non viene prodotto a sufficienza).

Sintomi della tiroidite di Hashimoto.

Quella di Hashimoto è una tiroidite che parte con un'iperfunzione per poi passare ad una fase di ipofunzione. Nella fase di iperfunzione, i sintomi principali riguardano l'instabilità umorale (irritabilità, nervosismo, apatia), debolezza muscolare, perdita di peso pur mantenendo l'appetito, disturbi del ciclo mestruale. Nella fase di ipofunzione si passa invece ulteriori disturbi dell'umore (ansia, depressione, panico), insofferenza al freddo, aumento di peso, mancanza di concentrazione.

Diagnosi e cura.

I sintomi sopra riportati riguardano casi in cui la malattia non viene trattata, o prima di diagnosticarla, diversamente, per tenerli sotto controllo, i medici prescrivono l'utilizzo di un trattamento utile a riequilibrare i valori della tiroide (il TSH). Quanto alla diagnosi, sono necessarie analisi del sangue specifiche.

La tiroidite di Hashimoto e il gozzo.

Alla tiroidite di Hashimoto è spesso associala la comparsa di gozzo (aumento di volume della tiroide) che può essere graduale e indolente.