Le persone che accettano le emozioni negative che provano e che non si obbligano ad essere positivi per forza, sul lungo periodo sperimentano meno sentimenti ‘cupi' e migliorano il loro stato di salute mentale. A darci questa notizia sono i ricercatori della University of California – Berkeley che, sulla rivista Journal of Personality and Social Psychology, hanno pubblicato la loro ricerca intitolato “The Psychological Health Benefits of Accepting Negative Emotions and Thoughts: Laboratory, Diary, and Longitudinal Evidence”.

Accettarsi per stare bene. Per giungere a questa conclusione i ricercatori hanno chiesto la collaborazione di un gruppo di 1.350 adulti sottoposto ad alcuni test che legano l'accettazione delle emozioni con la salute mentale.

  • Primo studio – a 1.000 partecipanti è stato chiesto di dire quanto si sentissero d'accordo con frasi cme “Dico a me stesso che non dovrei sentirmi in quel modo”. I soggetti che non si sentivano a disagio con le emozioni negative risultavano star meglio rispetto agli altri
  • Secondo studio – a 150 partecipanti è stato chiesto di realizzare un video di tre minuti in condizioni di strees, al termine dell'esperimento è stato chiesto loro di valutare le emozioni provate e coloro che accettavano di più quelle negative risultavano avere meno disturbi dell'umore rispetto agli altri
  • Terzo studio – a 200 partecipanti è stato chiesto di elencare su un diario le esperienze vissute in due settimane e sei mesi dopo sono stati sottoposti ad alcuni test per valutare il loro stato di salute mentale. I dati racconti hanno dimostrato che coloro che avevano evitato le emozioni negative mostravano più distrurbi dell'umore.

Conclusioni. I risultati hanno dimostrato che le persone che normalmente combattono le loro emozioni negative giudicandosi alla fine risultano più stressate. Diversamente, coloro che generalmente accettano le emozioni come la tristezza, la delusione e il risentimento, alla fine risultano soffrire meno di disturbi dell'umore anche sul lungo periodo. Insomma, accettare un periodo buio o accettare una giornata storta è il modo migliore per soffrire meno: coloro che fanno pace con le emozioni negative infatti riescono anche a dargli meno peso e a superarle prima.