Per la serie #mainagioia, smettere di fare sesso non solo può essere indicativo di un periodo di solitudine e scarso appeal, ma può portare ad alcuni stravolgimenti nel nostro corpo. L'attività sessuale infatti fa bene al corpo e allo spirito e la sua assenza ha ripercussioni scientificamente dimostrate che neanche riusciamo ad immaginare, ecco quali

Less is more.

A sorpresa, gli scienziati ci dicono che una ridotta attività sessuale porta ad un minor interesse verso il sesso. Insomma, meno lo facciamo, meno abbiamo voglia. Questo ha certo degli aspetto positivi: almeno non ci struggiamo per qualcosa che non possiamo avere. Ma come è possibile? Durante il rapporto, nel nostro corpo rilasciamo endorfine che ci fanno sentire bene e ci fanno associare al sesso emozioni positive: l'astinenza invece ci sposta l'attenzione verso altri stimoli. Insomma, in fin dei conti non tutto il male viene per nuocere.

Attenzione allo stress.

Non è un luogo comune quello che sostiene i vantaggi psicologici di una vita sessuale attiva. Senza sesso infatti i nostri livelli di stress aumentano. Gli scienziati non parlano di masturbazione, ma di veri e propri rapporti sessuali che permetterebbero un miglioramento della pressione sanguigna in situazioni stressanti, diversamente, chi è in astinenza gestisce peggio i momenti difficili.

Lo sperma come antidepressivo.

Attenzione, qui la questione si fa scientificamente interessante. Secondo uno studio lo sperma conterebbe diversi composti che, assorbiti dai tessuti interni della vagina, entrano nel flusso sanguigno e hanno un effetto antidepressivo sulle donne: nello specifico, lo sperma contiene endorfine, estrogeni, prolattina, ossitocina e serotonina, tutti elementi che migliorano l'umore.

L'intelligenza è (anche) una questione di sesso.

A quanto pare, i rapporti sessuali incrementano la neurogenesi, quel processo che porta alla formazione di nuove cellule nervose e che ha un ruolo fondamentale nel neurosviluppo. Secondo uno studio, il sesso può rallentare il processo di invecchiamento e migliorare le funzioni dell'ippocampo. L'astinenza insomma non aiuta la nostra intelligenza, anzi.

Problemi al sistema immunitario.

Il sesso migliora le funzioni del nostro sistema immunitario. Secondo uno studio infatti l'attività sessuale incrementa le quantità di immunoglobuline A, anticorpi coinvolti nella risposta immunitaria dell'organismo che ci aiutano a tenere alla larga febbre e raffreddore. Insomma, oltre al danno anche la beffa.

Disfunzione erettile.

L'astinenza alimenta l'incubo per eccellenza degli uomini: la disfunzione erettile. Uno studio ha scoperto infatti che i maschi che hanno una vita sessuale attiva hanno il 50% di probabilità in meno di avere problemi di erezione rispetto a coloro che sono in astinenza.

[Foto copertina di JALISKO]